Divertimento

Mamma a che cosa giochiamo? Con i giochi da tavolo!

Molti genitori stanno andando alla riscoperta dei giochi da tavolo e stanno scoprendo che esistono tanti nuovi giochi da tavolo per giocare tutti insieme in famiglia, con i bambini e con gli amici. Anche se non è facile trovare i giochi giusti. Ecco qualche consiglio su come fare.

board-game-529586_640

I giochi da tavolo stanno riemergendo perché molti genitori come me, cresciuti da ragazzi con i giochi da tavolo, sentono il bisogno di proporre ai propri figli qualcosa che sia diverso dall’attaccarli allo schermo di un computer, di una televisione o di un gioco elettronico. Ci sono genitori attenti all’educazione dei propri figli che sono alla ricerca di giochi che rimettano in relazione i bambini con altri bambini o con i loro genitori. Insomma si vuole riportare la persona al centro della relazione.

 

La cooperativa sociale Lanza del Vasto, editrice e rivenditrice di giochi da tavolo, lavora da diversi anni in questo settore. L’obiettivo è quello di fornire ai genitori degli strumenti per utilizzare il tempo in modo intelligente e gradevole, con giochi dalle regole semplici e quindi alla portata di tutti, ma capaci di accendere la mente, la fantasia, la creatività. I giochi selezionati da Lanza del Vasto, che sono visibili sul sito www.giochidatavolo.info, sono consigliati dagli insegnanti che hanno scoperto l’importanza della ludo-didattica, ovvero l’utilizzo di metodi e strumenti ludici per veicolare contenuti didattici, naturalmente non in alternativa all’insegnamento tradizionale, ma come un’opportunità in più per potenziare l’offerta formativa messa a disposizione di chi insegna e di chi educa.

cathedrales 2 Aeneas 2

A seconda del tipo di gioco si interviene ad implementare: abilità manuale, logica, intuizione, calcolo del rischio e delle probabilità, gestione delle risorse, capacità di contrattazione, conoscenze letterarie, storiche, geografiche e religiose, abilità linguistiche. Il punto di forza educativo del gioco da tavolo è però soprattutto la sua capacità di mettere in relazione la persona. La capacità di suscitare emozioni dentro un rapporto con delle persone. Nel gioco da tavolo tu al tempo stesso interpreti un ruolo ed esprimi te stesso. Nel percorso di crescita di un bambino è essenziale il suo confrontarsi con l’adulto e con altri bambini. La percezione di sé si sviluppa dentro un rapporto con gli altri.

Altro aspetto non trascurabile del gioco da tavolo è la sua materialità. In un mondo che diventa sempre più virtuale il gioco da tavolo ti riporta alla materialità della vita, delle cose, delle persone. Devi muovere delle pedine, mettere giù delle carte, muovere dei pezzi su un tabellone, usare la voce ed ascoltare, capire e farti capire. Spiegare e stare attento. Sì, perché cose che nei bambini tendono oggi a scomparire – come attenzione, concentrazione, continuità, pazienza – sono invece elementi essenziali, ed aggiungo educativi, dei nostri giochi da tavolo.

snails-201988_640

Nei nostri giochi non c’è un computer che ti fa giocare, sei tu che devi costruire il tuo gioco. Insieme ad altri. Altri da scoprire e da conoscere. Scoprendo che è bello giocare ed è bello vincere. Ma soprattutto è bello avere qualcuno con cui giocare e condividere insieme un pezzo di quella cosa misteriosa che chiamiamo vita. Un’ultima cosa voglio sottolineare: il gioco è uno strumento. Nel caso della selezione di giochi che noi vi proponiamo uno strumento molto utile. Ma chi educa non è il gioco, è la persona. È la persona che è al centro: chi insegna, chi educa, chi apprende. L’educazione accade nel momento in cui c’è un adulto che comunica la propria esperienza. E nel momento in cui c’è un ragazzo che mette in gioco la propria libertà seguendo, verificando il percorso che gli è stato proposto. Anche attraverso il gioco.

Antonino Calogero
Educatore e ludologo
Coop. Aoc. Lanza del Vasto
antonino.calogero@teletu.it

You Might Also Like

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>