Comunali, Divertimento, Eventi, Famiglia, Verona

I racconti delle Family Reporter allo spettacolo “Babbo Natale e la pozione delle 13 erbe”

babbonatale13erbe

Dopo il successo delle prime repliche alle quali hanno preso parte circa 1.240 spettatori, due sold out, riprendono a gennaio le rappresentazioni di “Babbo Natale e la pozione delle 13 erbe”, il nuovo musical di Fondazione Aida, Ricola e Assessorato all’Istruzione del Comune di Verona. Lo spettacolo sarà presentato il 3 e il 6 gennaio alle ore 16.30

Babbo Natale e la pozione delle 13 erbe è una commedia musicale con trama e canzoni completamente originali, sempre nel rispetto della tradizione e della magica atmosfera del Natale, che porterà gli spettatori, tra spericolate avventure, colpi di scena e balli, in viaggio con Babbo Natale e i suoi aiutanti, tra palazzi di ghiaccio al Polo Nord fino ai monti della lontana Svizzera. Il tutto per trovare le 13 erbe della pozione magica che salverà Babbo Natale. Ecco come hanno vissuto lo spettacolo i nostri family reporter:

Mamma Silvia:

L’unica pecca è stata la difficoltà di gestire il mio Pulcino di sei mesi: non si poteva portare la carrozzina al piano superiore, così abbiamo lasciato giù le ruote ed abbiamo portato l’ovetto in galleria. Inoltre non è concepito un posto dove poter cambiare il pannolino del piccolo, ma con un po’ di ingegno e di spirito di adattamento, i disagi sono stati marginali. Lo spettacolo, un musical, era concepito molto bene. Benché la trama non fosse complessa, lo spettacolo era composto da parti recitate, danze, canzoni, il tutto amalgamato così bene da rendere lo spettacolo scorrevole, divertente e mantenere alto il livello di attenzione dei bambini. Inoltre gli attori tenevano conto delle reazioni dei bambini nel pubblico interagendo con loro. Le canzoni erano piacevoli, allegre e coinvolgenti, i balletti lasciavano a bocca aperta. Mi sono piaciute moltissimo le scenografie, concepite in modo che gli attori riuscissero a modificarle in corso d’opera senza interrompere la trama, ed i costumi, soprattutto quello di Tormenta, erano splendidi! Benché lo spettacolo fosse lungo e per un bambino piccolo come Polpetta e la sua amica fosse difficile restare concentrati un’ora e venti, il mio bambino, seppur chiacchierando e facendo domande su ciò che vedeva, è rimasto rapito dalla storia. Inoltre è stato uno spunto per parlare al mio bambino del rispetto dell’ambiente, per aiutarlo a riflettere sulle ripercussioni che hanno le nostre azioni sul nostro pianeta. Al termine dello spettacolo, inoltre, c’è stata una piccola lotteria per i bambini e gli attori si sono fermati a salutare i bimbi ed a fare delle foto con loro: oltre che essere bravi artisti, si sono dimostrati delle persone umane e cortesi e questo, ai miei occhi, ha fatto acquistare loro molti punti!

Mamma Ilaria:

Ho trovato lo spettacolo molto suggestivo. Non avevo mai assistito ad uno spettacolo a trama fantastica e devo dire che mi ha emozionata, mi ha piacevolmente stupita. I protagonisti erano fantasiosi, ho apprezzato molto il personaggio di Tormenta, il modo in cui l’attrice le ha dato vita. Inoltre ho gradito l’interazione con i bambini durante lo spettacolo ed il fatto che si siano fermati a salutare i bambini al termine della rappresentazione. Anche se mi è piaciuto molto, trovo che lo spettacolo sia adatto ad un pubblico di bambini un po’ più grandi: la mia bambina, che è piccola, ha fatto fatica a seguire tutta la trama, credo che per un bambino della sua età uno spettacolo così lungo sia un po’ impegnativo. Lo spettacolo mi è piaciuto così tanto che l’ho consigliato ai miei colleghi che hanno dei bambini, perché ne vale davvero la pena!

Papà Davide:

I musical mi son sempre piaciuti, ma non ne avevo mai visto uno per bambini e devo dire che ne è valsa la pena. Gli attori sono stati molto bravi, soprattutto nella parte canora, e non si sono lasciati distrarre dal brusìo inevitabile di fondo. Anzi, chiedevano ai bambini del pubblico il loro parere su quello che dovevano fare i personaggi e questo ha portato i bambini ad essere sempre molto attenti e vigili. Mia figlia si è divertita molto, anche se piccola è riuscita a tenere tutto lo spettacolo e nei giorni successivi continuava a mimare alcune scene. Spero venga riproposto ancora!

E voi, lo avete visto? Attendiamo le vostre impressioni!

You Might Also Like

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>