Divertimento

FAIRY POWER il gioco di carte delle fate

fairy power gioco da tavolo

Riprendiamo a parlare di giochi di tavolo. Oggi parliamo di FAIRY POWER (il potere delle fate) gioco di carte di Antonino Calogero edito da Lanza del Vasto. Naturalmente è un gioco che piace alla bambine, ma in cui si scatenano anche i maschietti. E visto che come meccanismi di gioco si avvicina alla briscola, è un gioco apprezzato anche da tanti adulti ed anziani. Insomma il classico gioco per tutta la famiglia: si può infatti giocare da 6 anni in su, da 2 a 6 giocatori.

fairy power gioco da tavolo

La grafica delle carte è piuttosto atipica, è infatti una grafica “disegnata” che si avvicina molto al mondo dei bambini. Le bimbe adorano la fata bionda, dall’aspetto molto mistico, ma orchi, draghi e maghi fanno contenti anche i ragazzini. In effetti il mondo fantasy ha sempre il suo fascino.

Come si gioca

Scopo del gioco è accumulare nel proprio mazzo il maggior numero possibile di punti.

fairy power gioco da tavoloOgni giocatore riceve 5 carte e durante il suo turno può giocare da 1 a 5 carte. Si possono creare diverse combinazioni di personaggi ed armi. Chi gioca la combinazione più forte prende tutte le carte giocate e le mette nel suo mazzo dei punti. Ma attenzione perché l’abilità del giocatore consisterà nel valutare quando vincere la mano e quando giocare carte di basso valore in attesa di giocarsi le carte più forti per conquistare un bottino più sostanzioso.

Dopo ogni mano ogni giocatore riassortisce le sue carte in modo da averne di nuovo e sempre 5.

Alla fine del gioco chi ha conquistato più punti vince.

 

Cosa insegna

Il gioco pur essendo semplice ha comunque dentro di sé importanti funzioni didattiche ed educative: si basa infatti sul calcolo delle probabilità. Pian piano che interiorizza i meccanismi del gioco e diventa più abile, il bambino in realtà attraverso il gioco sta apprendendo quelli che sono i meccanismi del calcolo delle probabilità. Altro fattore importante è quello della gestione delle risorse. Perché il bambino impara a non tirare le carte a caso, ma a gestirle nel modo migliore cercando di sfruttarle utilizzandole nel momento più opportuno.

fairy power gioco da tavoloÉ importante che sia il bambino a contare i punti. Lo stimolo del gioco e della vittoria lo spingerà infatti a contare i punti accumulati nel proprio mazzo acquisendo una maggiore competenza nelle addizioni.

FAIRY POWER è arrivato in finale al Premio Archimede 2008, il più importante concorso internazionale per autori di giochi da tavolo che ci sia in Italia. Nel gennaio 2014 si è tenuto in provincia di Vicenza il primo campionato regionale Veneto di FAIRY POWER. Vi ricordo poi che anche i bambini più piccoli possono giocare con le carte di FAIRY POWER, infatti togliendo dal mazzo una carta orco si possono utilizzare le carte per giocare all’omino nero.

Per chi lo desidera, è possibile trovare il gioco FAIRY POWER sul sito www.giochidatavolo.info

Buon gioco!

Antonino Calogero
Educatore e ludologo
Coop. soc. Lanza del Vasto
Verona
antonino.calogero@teletu.it

You Might Also Like

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>